Osho Mystic Rose

La Mystic Rose è un corso di tre settimane, per tre ore consecutive al giorno. Nella prima settimana i partecipanti ridono ‘senza alcuna ragione’, per sciogliere i blocchi che impediscono la spontaneità e la gioia. La seconda settimana è dedicata al pianto, e la terza all’osservazione silenziosa, e alla meditazione.

redrose_2715bOsho dice della Mystic Rose:

Il significato del simbolo della Rosa Mistica è che, se un uomo si prende cura del seme che porta con sé dalla nascita, se gli dà il terreno giusto, l’atmosfera giusta e le giuste vibrazioni, se percorre la strada giusta lungo la quale il seme può crescere, la fioritura suprema sarà rappresentata dalla rosa mistica: l’essere apre i suoi petali, sprigionando la sua fragranza.

Ho creato una nuova terapia meditativa. La prima parte sarà la risata: per tre ore, la gente riderà senza alcun motivo. Scavando per tre ore dentro di te, rimarrai sorpreso dagli strati di polvere che si sono accumulati nel tuo essere. Questa tecnica li taglierà come una spada, in un solo colpo. Per sette giorni, di continuo, per tre ore al giorno… non puoi nemmeno immaginare quanto il tuo essere potrà trasformarsi.

E la seconda parte è il pianto. La prima parte elimina tutto ciò che blocca la tua risata, i vari strati di inibizioni e di repressioni accumulati dall’umanità. Li spazza via, aprendo dentro di te un nuovo spazio. A quel punto, però, ci sono ancora alcuni passi da fare se vuoi raggiungere il tempio del tuo essere, perché hai represso tanta tristezza, tanta disperazione, tanta ansia e tante lacrime: sono uno strato che ti ricopre e stravolge la tua bellezza, la tua grazia, la tua gioia.

I popoli della Mongolia pensavano – e io sono d’accordo con loro – che queste cose continuano ad accumularsi su di te vita dopo vita, fino a diventare un rigido guscio di dolore. Queste ferite, queste cicatrici si sono sviluppate per molte vite. Non fanno parte del corpo; circondano la tua consapevolezza, e devono essere eliminate. Ecco perché i santi e i saggi hanno sempre detto – hanno gridato – “Vai dentro di te!”. Tu li senti, ma non lo fai. E c’è una ragione per questo: se vai dentro, dovrai incontrare faccia a faccia il dolore, l’agonia, la sofferenza. È meglio rimanere occupati all’esterno.

Per sette giorni devi permetterti di piangere, di scioglierti in lacrime senza nessun motivo: le lacrime sono là, pronte ad affiorare. Prima le fermavi, ora non devi far altro che smettere di bloccarle.

La terza e ultima parte è osservare: The Watcher on the Hills. Dopo la risata e il pianto, rimane solo il silenzio del testimone. Se cominci coll’osservare, automaticamente avviene una repressione. Il pianto si ferma subito: se lo osservi, ritorna latente. Questa meditazione permette che si esprimano prima di tutto la risata e il pianto, in modo che non ci sia nulla da sopprimere quando inizi a osservare. Allora l’osservazione si apre su di un cielo purissimo.

Tratto da YAA-HOO! The Mystic Rose

Copyright © 2013 Osho International Foundation

 

 

MandalaPainting